Risveglia i tuoi sensi durante un'escursione nel cuore del Causse. Da solo, in famiglia o con gli amici, rimarrai stupito da questa natura verdeggiante a perdita d'occhio e dai suoi panorami mozzafiato!

Sulle tue scarpe da ginnastica, andiamo!

Niente come una breve escursione in questo 1er giugno soleggiato. È annunciato che farà molto caldo questo pomeriggio, quindi parto questa mattina per approfittare del fresco rimanente. Scarpe da ginnastica ai piedi e cappellino in testa, non dimentico la mia bottiglia d'acqua e soprattutto la barretta di cereali nella borsa (i buongustai capiranno!).

La partenza è nel piccolo villaggio di Saujak nel cuore della valle del Lot. Affongo molto velocemente in un piccolo sentiero boscoso e si parte per la salita! Il percorso è così piacevole, seguo il muretti a secco, tipico di paesaggio caussinardo. Dopo pochi metri vedo già, tra gli alberi frondosi, un bel panorama sul Lotto fiume.

Gli ampi spazi sono tuoi!

Sulle alture della valle

Mi sento come se appartengo pienamente al natura. Ascolto il cinguettio degli uccelli, il suono delle foglie al vento, osservo le farfalle che vagano di fiore in fiore e all'improvviso sento un cervo fuggire nelle profondità della foresta. Un secondo preferisce seguirmi per qualche metro poi raggiunge il primo.

Lascio quindi questa foresta per scoprire un paesaggio più arido e mi ritrovo di fronte a una magnifica vista del Valle del Lot. È un regalo meraviglioso dopo questa bellissima salita. Ne approfitto punto di vista di Croce belga per una pausa rinfrescante.

Una roccia tagliata naturalmente funge da panchina di fronte alla valle del Lot e alla sua ripide scogliere. Un uccello maestoso vola su di me. Deve essere un Falco pellegrino, l'animale più veloce del mondo! Ne ho già visto uno vicino al campanile del La collegiata di Notre Dame a Villefranche-de-Rouergue.

Lungo le mura di Caussenard

Dopo questa piacevolissima pausa, riprendo il viaggio. Il peggio è dietro di me! Ho solo appartamento fino al prossimo punto di vista. Il sole comincia a battere ma raggiungo velocemente un sentiero ombroso. Vedo campi a perdita d'occhio delimitati da graziosi muretti a secco. Cammino nel tempo grazie a piccolo patrimonio locale che punteggiano il percorso, il fontana del lago. Passo per alcuni piccoli borghi con molto graziosi case in pietra. Tre coniglietti scappano alla curva di un sentiero.

Le mie gambe si muovono da sole e i miei occhi si godono il paesaggio. È così bello prendere una boccata d'aria fresca in questa bellissima giornata!

Su vasta scala !

Arrivo al secondo punto di vista sulla valle del Lot, il punto panoramico del salto della Mounine. Mi allontano leggermente dal sentiero per vedere il panorama più da vicino. Ai piedi della rupe vertiginosa, contemplo il meandro del fiume e vedo il villaggio di Montbrun. Ci sentiamo molto piccoli di fronte alle dimensioni del paesaggio... Osservo altre specie di uccelli, leggermente più grandi: parapendio !

Un tavolo da picnic mi aspetta al prossimo incrocio. Potrò godermi la mia barretta di cereali come dovrebbe essere! Inoltre, è all'ombra?

Dopo questa pausa rinfrescante, prendo il sentiero che scende al villaggio di Saujac… E questa è la mia escursione! Ho percorso 11 km e mi sento più vivo che mai! Non ci sono più dubbi, domani torno sui sentieri!

Temi

Adèle

A proposito di Adele

Appassionata di viaggi, mi piace girare il mondo alla ricerca della meraviglia e dell'autenticità! Le Bastide e le Gole dell'Aveyron hanno una ricchezza incomparabile, abitanti orgogliosi del loro territorio che vogliono condividere le loro conoscenze. Sono stato accolto a braccia aperte in una regione che non conoscevo ma che mi fa venire voglia di restare.

Questo contenuto ti è stato utile?

Condividi questo contenuto