Avventurati fuori dai sentieri battuti nelle gole dell'Aveyron, paradiso verde e tanta tanta natura selvaggia. Sopra il fiume, sveglia il tuo significato e creare i tuoi ricordi più belli.

Estendendosi per oltre venti chilometri a cavallo tra i dipartimenti dell'Aveyron e del Tarn-et-Garonne, le gole dell'Aveyron offrono splendidi paesaggi da esplorare. Per un giorno, un weekend o una vacanza, ricaricate le batterie nel cuore di questa natura incontaminata.

Cosa fare nelle gole dell'Aveyron?

Escursione nelle gole dell'Aveyron

Le Gorges de l'Aveyron sono un vero paradiso per gli appassionati di escursionismo. Puoi esplorare sentieri segnalati e goderti uno scenario spettacolare.

Gite in bicicletta

La regione è ideale per il ciclismo e la mountain bike. Puoi noleggiare una bicicletta e percorrere le piccole strade tortuose attraverso i paesaggi collinari.

Attività acquatiche

Il fiume Aveyron è perfetto per gli sport acquatici come la canoa. Noleggia un kayak o una canoa e naviga lungo il fiume ammirando lo scenario mozzafiato.

In canoa nelle gole dell'Aveyron

Dove fare il bagno nelle gole dell'Aveyron?

Al tornante di un sentiero o di una stradina di campagna, scopri piacevoli angoli naturali in riva all'acqua dove fare un tuffo... In molti luoghi l'accesso è libero ma non sorvegliato e quindi sotto la tua completa responsabilità.

Buono a sapersi: ci sono spiagge sulle rive del fiume a Laguépie e al Lac de Parisot. Il nuoto è sorvegliato lì in estate.

Dove andare in canoa nelle gole dell'Aveyron?

Per apprezzare la bellezza selvaggia delle gole, niente di meglio che andare in canoa! Lasciati trasportare dall'acqua... Osserva con i vecchi mulini di Villefranche Sport e Natura o ammirare il villaggio di Najac e la sua fortezza con l'AAGAC.

arrampicata

Anche la scoperta delle sue scogliere merita una deviazione. Prendi il volo e ammira le pareti rocciose e il fiume serpeggiante prendendo il percorso turistico Corniche. Affacciati sul Cirque de Bône e sulla Roc d'Anglars a Saint-Antonin-Noble-Val, punti panoramici imperdibili durante il tuo soggiorno. Spingiti verso Bruniquel e Cordes-sur-Ciel, due dei "Borghi più belli di Francia".

Cosa vedere nelle gole dell'Aveyron

Seguendo il corso del fiume, scoprite siti dal patrimonio eccezionale. Bastide medievali, villaggi arroccati, fortezze... Tanti siti da esplorare lungo l'acqua.

  • Belcastello: considerato uno dei borghi più belli di Francia, offre un incantevole intermezzo lungo le sue strade acciottolate. Dominato da un castello dell'XI secolo restaurato dall'architetto Fernand Pouillon, il villaggio è il luogo ideale per una passeggiata.
  • Villefranche-de-Rouergue: questa bastide fondata nel 1252 da Alphonse de Poitiers delizierà gli amanti della storia. Ammirate la sua Place Notre-Dame dominata dal suo imponente campanile-portico. Visitare Villefranche de Rouergue è anche spingere la porta di due notevoli monumenti: il monastero della Chartreuse Saint-Sauveur e la cappella dei Penitenti Neri.
  • Najak: Dominato dal suo imponente castello medievale, Najac è un altro villaggio imperdibile delle Gorges de l'Aveyron. Ammira l'architettura del castello, esplora il centro storico e goditi la vista panoramica della valle dal mastio della fortezza.
  • Saint-Antonin-Noble-Val: questa pittoresca cittadina medievale si trova nel cuore delle Gorges de l'Aveyron. Passeggia per le sue strade acciottolate, passeggia sotto la sala del XIV secolo ed esplora le antiche case a graticcio.

Prova l'esperienza

5 buoni motivi per venire nelle gole dell'Aveyron

Perché trascorrere le vacanze nelle Gorges de l'Aveyron? Ti diamo 5 buoni motivi per venire in questo angolo preservato dell'Aveyron, tra natura selvaggia e patrimonio preservato. 1/Per ricaricare le batterie nel cuore della natura incontaminata Piccole valli, grandi avventure! Non aspettarti di trovare qui le vertiginose scogliere del Grand Canyon du Verdon o…

Marion

Bastides e le gole dell'Aveyron in bicicletta! 

Stephanie

Le Bastide e le gole dell'Aveyron in furgone

Clemenza

Fine settimana tra le bastide e le gole dell'Aveyron sulla strada per Compostela

Stephanie

Il fiume Aveyron in canoa!

Ludovic

Da Tolosa a Villefranche de Rouergue in treno

Marion

Sorvoliamo Villefranche de Rouergue e Najac in aereo

Clemenza

I narratori

Le Gole dell'Aveyron

Un incantevole spazio naturale nel cuore dell'Occitania

Un paesaggio pittoresco

A sud-ovest di Villefranche-de-Rouergue, il fiume Aveyron ha scavato il suo letto gole profonde. I massicci scoscesi e scistosi conferiscono al paesaggio toni suggestivi. Contempla questo mosaico di colori, arenaria ocra accanto a calcare bianco e ciottoli bluastri. Lasciati stupire dal alte scogliere in linea con villaggi perchés, viadotti, cascate e tanta tanta siti preistorici.

La vegetazione delle gole dell'Aveyron, dove un tempo si coltivavano canapa e lino, è rigogliosa. Sugli altipiani primeggiano querce e castagni mentre le conifere sostituiscono le viti distrutte dalla fillossera alla fine dell'XNUMX.

È in questo ambiente aspro che il villaggio di najac si distende come una sentinella lungo uno stretto costone roccioso ai piedi del quale sono disposti giardini terrazzati ben esposti. Una visita è d'obbligo!

Un sito Natura 2000

Le Gorges de l'Aveyron ospitano specie animali e vegetali di cui è riconosciuta la qualità, la rarità o la fragilità. In quanto tali, sono inclusi nella rete europea Natura 2000. L'obiettivo? Proteggi questa biodiversità che costituisce la ricchezza dei nostri paesaggi.

Saint-Antonin-Noble-Val : un joyau naturel

Nobile Val di Sant'Antonino

Un charmant village niché au cœur des Gorges de l’Aveyron

Ce joyau du Rouergue se distingue par ses paysages à couper le souffle et ses nombreuses activités de plein air. Amateurs de nature et de tranquillité ? Vous serez séduits par ses sentiers de randonnée et ses points de vue spectaculaires sur les gorges. Les activités comme le canoë sur la rivière Aveyron et le camping en pleine nature sont idéales pour les familles et les aventuriers. On n’oublie pas les amateurs de sensations fortes avec via ferrata, escalade et parapente !
Découvrir ce village
saint-antonin-noble-val-riviere

Una posizione ideale

Proche de Villefranche, ce village authentique se trouve à la croisée des chemins entre le Quercy et le Tarn, non loin de Bruniquel et de ses châteaux. À seulement quelques kilomètres de la Garonne, Saint-Antonin-Noble-Val est un lieu parfait pour se retirer et se ressourcer. Explorez cette perle du sud-ouest avec un guide ou laissez-vous surprendre en suivant votre propre carnet de route. Venez découvrir pourquoi ce village, véritable cœur battant de la région, est un incontournable lors de votre visite des gorges.
Calcola il mio percorso

Cordes-sur-Ciel et son charme unique 

Découvrez Cordes-sur-Ciel, un borgo medievale niché dans le Tarn, tout près des superbes Gorges de l’Aveyron. À quelques pas de Saint-Antonin-Noble-Val, ce petit bijou du Rouergue est parfait pour les amoureux de la nature et les amateurs d’histoire. En flânant dans ses strade acciottolate e vecchie case, vous ressentirez l’atmosphère unique de ce village, qui n’a rien à envier à Bruniquel ou aux trésors du Quercy.

vista del villaggio di Cordes sul cielo

Che tu sia un fan di campeggio, della trekking o canoa sur la rivière Aveyron, Cordes-sur-Ciel est une destination incontournable. Suivez les guides locaux pour percer les secrets de ce lieu enchanteur. Entre panoramas à couper le souffle et moments de relax, ce village retiré offre une escapade idéale. Et pour compléter votre visite, n’oubliez pas de faire un tour à Villefranche-de-Rouergue ou dans la vallée de la Garonne, des lieux tout aussi charmants à ajouter à votre carnet de voyage. 

L’Histoire des gorges de l’Aveyron en un grand H 

Les Gorges de l’Aveyron ont une longue histoire, marquée par de nombreux changements. Dès la Préhistoire, elles étaient habitées pour leurs grottes et abris sous roche. Pendant l’Antiquité, la région était exploitée pour ses risorse minerarie, comme le cuivre, la pyrite, le plomb argentifère, le manganèse et le zinc, grâce à sa riche géologie liée à la faille de Villefranche-de-Rouergue.  
Au Moyen Âge et à l’époque moderne, les Gorges ont traversé de nombreuses épreuves, mais c’est au milieu du XIXe siècle que tout a vraiment changé avec l’arrivée du train. Pour construire les 17 kilomètres de voie ferrée entre Monteils et Laguépie, il a fallu créer 13 ponts et 13 tunnels. Encore aujourd’hui, certaines parties de cette voie ne sont accessibles qu’à pied ou à moto, car il n’y a pas de routes pour y accéder. 

Questo contenuto ti è stato utile?